in

Perchè solo il 4% ha successo – Tony Robbins

Nella vita delle persone… ci saranno soltanto forse una mezza dozzina, 7-8 categorie che contano davvero. Gran parte della gente si laureano in cose secondarie.

Si concentrano su ciò che non è importante. Ne sanno di più ad esempio… su quella celebrità entrata ed uscita dalla riabilitazione, piuttosto che sulla propria crescita personale.

Ma io vedo ciò e dico: “Se osservi il tuo corpo, senza di esso tutto il resto sarebbe fuori dalla porta”. Non vorrai di sicuro essere l’uomo più ricco del mondo nella tomba. Non è così che deve andare. L’energia, la vivacità, la forza si faranno sentire nella tua relazione, si faranno sentire nella tua attività, come si faranno sentire nella tua vita.

È qualcosa che devi padroneggiare. Non puoi dilettarti. È troppo importante.

Le emozioni rappresentano tutto. Voglio dire, puoi avere un sacco di soldi, essere amato da tutti, ma le tue emozioni principali sono l’essere seccato e frustrato allora anche la tua VITA intera è seccante e frustrante.

Non importa se hai miliardi di dollari o un milione di persone che ti vogliono bene, la tua vita non sarà bella.

Relazioni. Specialmente quelle intime. È da dove proviene gran parte del succo della vita. È da dove proviene il dolore più grande per la maggioranza della gente. Vale la pena padroneggiare ciò invece di dilettarcisi.

Guardare attentamente a cosa farai con il tuo tempo. Padroneggiandolo, al posto di far uso di una lista e mettendo le crocette sulle cose fatte, puoi confondere il movimento con il risultato.

Voglio spremere in quel tempo ciò che IMPORTA DAVVERO, ciò che genera valore per me e per chiunque persona a cui tenga o ami.

Per quanto riguarda la tua carriera o la tua attività, la loro padronanza, anteposta al semplice dilettarsi, molti imprenditori sono dilettanti. È per questo che non ce la fanno.

Sono il 96%… Nel lasso di tempo di 10 anni, solo il 4% ce la fa. E non significa che generino profitti. E non significa neanche che se la stiano spassando. O che stiano facendo sentir bene qualcun altro.

Impara a padroneggiare il denaro, in modo che non sia un problema della tua vita, puoi fare, essere, dare, condividere quanto vuoi senza esserne stressato. Vivrai in un luogo di abbondanza.

E per quanto riguarda spiritualmente, in realtà, non dico alla gente in cosa credere ma ritengo che in fin dei conti, qualunque cosa in cui tu creda – devi viverla e dovrebbe condurti alla CRESCITA e alla GENEROSITÀ’.

Se cresci, ti senti vivo. Se sei generoso, ti senti 10 volte più vivo. Se qualcuno può celebrare e donare, allora quello è lo stato spiritale, quindi, per me, sono queste le zone che cerco di padroneggiare, insomma, sicuramente gli affari, ma anche le parti della vita che contano di più e gran parte dei modi in cui trascorriamo il nostro tempo non soddisfa le persone. È per questo che la persona media non è né in forma né in salute, la persona media non si trova in una relazione nella quale c’è una grande passione… Non sono uno stupido, non sono ottimista, io sono a conoscenza della verità.

La persona media non riesce ad avere successo nei suoi affari. La persona media non guadagno quanto vorrebbe guadagnare.

Ma sai cosa? Pochissime persone hanno questi fattori, ma alcune li hanno. Alcuni sono felici, soddisfatti, vivi spiritualmente, economicamente solidi, la propria attività sta crescendo, hanno storie d’amore passionali e sono ossessionato dal trovare quei POCHI CHE HANNO TUTTO CIO’ e scoprire cosa hanno fatto di diverso per poterlo insegnare a tutti gli altri.

Ognuno si confronta con gli altri in modo differente, perché ognuno da valore alle cose in modo diverso. Qualcuno dà valore al successo o al significato, qualcuno dà più valore all’amore, qualcuno dà valore a dei semplici livelli base di certezza.

Perciò, quando guardo le metriche specifiche, in realtà osservo i parametri di quali sono le cose che devono essere misurate per sapere se la tua vita funzionerà o meno.

Considero ciò come se… le nostre intere vite fossero guidate momento per momento dalla condizione in cui ci troviamo. Imparare come cambiare il tuo stato d’animo, niente stronzate, niente finzioni, passando da seccato, frustrato, sconvolto, tornando a te stesso o diventando creativo, o determinato o ancora in qualcosa che ti spinga ad andare avanti, che migliori la qualità della tua vita per te e per gli altri.

È un’abilità CRUCIALE.

Momento per momento, la nostra vita è controllata dal nostro stato d’animo. Se sei arrabbiato reagirai in maniera diversa a quando ti sentirai giocherellone.

Ciò che controlla a lungo termine questi stati d’animo è il modello che hai del mondo. La tua visione del mondo. E osservo ciò come una metrica, le 3 cose che osservo sono:

Per prima cosa guardo i bersagli a cui stai puntando. Un bersaglio è… ognuno ha obiettivi, sogni, desideri diversi, ma dopo aver viaggiato per tutto il mondo per oltre 100 paesi ho iniziato a pensare… “Porca puttana. Vedo ovunque le stesse problematiche. Cosa c’è al di sotto?

Ho cominciato a notare che possediamo tutti le stesse 6 necessità umane. Le stesse esigenze.

CERTEZZA / SICUREZZA

INCERTEZZA / VARIETÀ’

IMPORTANZA

AMORE

CRESCITA

PARTECIPAZIONE

1 – Abbiamo tutti bisogno di certezza, con la quale possiamo evitare la sofferenza e ritrovare il piacere, il conforto.

2 – Abbiamo tutti bisogno di incertezza, abbiamo bisogno di varietà, altrimenti ci sentiamo vuoti dentro, se sei completamente certo di ogni cosa sei bloccato, se invece sei circondato dalla varietà ti agiterai. Non si tratta di un equilibrio, si tratta di imparare quale di queste hai più necessità. In quanto esseri umani, ognuno sviluppa un diverso sistema di valori.

3 – Il bisogno di importanza, di sentirsi unici, speciali, importanti… il bisogno di sentirsi amati, la necessità di crescere, di contribuire. Alcune persone posizionano la certezza in cima alla loro lista. È il centro del loro bersaglio: “Non voglio fare nulla se non sono certo che funzionerà”. “Non voglio fare nulla a meno che non sia il solito”. Se cambi qualcosa, impazziscono. E quindi la certezza è al primo posto nella loro lista, ognuno ha le stesse esigenze, però se è in prima posizione, so bene come sarà la tua vita. Posso prevedere la direzione in cui andrà e di conseguenza in parte anche la sua meta.

4 – Se invece sei per prima cosa spinto dall’AMORE, cerchi comunque la certezza, ma l’amore è più importante, il tuo comportamento sarà molto diverso contrapposto al caso in cui fossi guidato dall’importanza – devo essere l’unico.

Cerco di capire quali di queste necessità siano le prime 2 della tua lista, perché sono queste a controllare la tua vita. Le 2 che maggior parte delle persone, del 90% del pianeta, se dovessi scegliere tra tutte queste esigenze, su quali ti concentreresti giorno dopo giorno?

Tutti vogliono essere amati. Ma su quali ti concentreresti? Quasi tutti si focalizzano sull’essere significativi – viviamo in un mondo con Facebook, nel quale la gente ha una vita fasulla, usa i filtri più recenti, la fa sembrare diversa da quella che realmente è, racconta storie piene di cavolate per fare bella figura…

Perché viviamo in questa specie di mondo falso, dove la rilevanza è più importante dell’amore. E questo ci separa. E l’altra cosa che notiamo spesso è la certezza. La gente vuole essere sicura prima di fare qualsiasi cosa.

Tu non potresti aver avviato un’attività come la tua se fossi stato sicuro al 100% prima di iniziare, non si può mai avviare un’attività in questo modo. Non potresti mai instaurare un ottimo rapporto, perché se fosse basato sulla certezza, allora tutti rimarrebbero uguali e non cambierebbero, il che significa che non sarai mai in grado di crescere, il che significa che vivrai una vita infelice.

Perciò, la mia metrica consiste nello scovare cosa ti SPINGE a fare ciò. Voglio vedere se è salutare o malsano… potrebbero esserci due persone guidate dal significato, eppure farlo con regole completamente diverse.

È questa la seconda cosa che verifico. I principi e le regole usate per adempiere a tale obiettivo. Vorrei essere più chiaro su una cosa in particolare: una vita straordinaria è una via posta alle tue condizioni, e si divide in due parti:

Nella prima, per avere una vita eccellente, bisogna padroneggiare la competenza della scienza del successo. Come rendo reale ciò che immagino? E come faccio a farlo più rapidamente, velocemente, in modo migliore, più facilmente?

La capacità di manifestare le proprie idee e trasformarle in realtà, proprio come hai fatto tu con la tua azienda, quella è un’ABILITA’.

Ho trascorso un’incredibile quantità di tempo ad aiutare le persone a farlo più velocemente, rapidamente, in modo migliore, mostrando loro le scorciatoie, insegnando loro strategie, rimodellando ciò che funziona… puoi risparmiare un decennio di vita.

Però, desidero farti presente che, avendolo fatto per 38 anni con un totale di 50 milioni di persone, posso affermare che, per la scienza del successo, ci sono un mucchio di persone che sono decisamente brave, ma che comunque non hanno una vita straordinaria.

“Hanno una vita straordinaria”, sei TU a vederla come straordinaria, ma io ricevo la chiamata dal multi-miliardario che mi dice che vuole fare questa determinata cosa con i suoi affari, ma ciò di cui ti rendi davvero conto è che è una persona infelice da morire e che spera che in qualche modo io riesca a smuoverlo anche da quel punto di vista.

E così io gli do quello che aveva chiesto, il cambiamento nei suoi affari, ma do a lui anche ciò di cui ha bisogno, ovvero il cambiamento DENTRO DI LUI.

Dunque la seconda abilità è l’ARTE DEL SENTIRSI APPAGATI. Se vuoi avere una vita eccezionale, non ti basta raggiungere risultati, devi anche sentirti realizzato.

Semplice quanto sembra ma si tratta di un’arte, non di una scienza. Fare soldi è una scienza, suvvia.

Qualsiasi età, colore, contesto, sesso, se fai queste cose avrai abbondanza di denaro. Facendo queste cose avrai troppi soldi alla fine del mese… sarai stressato finanziariamente, capisci?

Corpo. Ognuno è chimicamente diverso dall’altro ma io e te sappiamo entrambi che esistono delle regole fondamentali, leggi, esiste una scienza del corpo. Se infrangi quella scienza… ti ammalerai, avrai poca energia, mentre se ti allinei ad esse abbonderai di energia. Avrà conseguenze in ogni particolare della tua vita. È una scienza.

L’appagamento non è così… l’appagamento è diverso in ogni essere umano, vuoi sapere com’è fatto Dio o l’Universo? Osserva la giungla. Osserva il bosco. Sono differenti, no?

Perciò, gran parte della gente pensa: “Voglio ottenere quello”, perché stanno modellando qualcun altro e ciò potrebbe funzionare sul modo in cui si possa conseguire un risultato, ma non funzionerà mai per ciò che soddisfa te stesso.

Quante persone conosci che, come te, hanno raggiunto ciò che credevano di volere, eppure non si sentono soddisfatte, e perciò… dico sempre agli altri: “IL SUCCESSO SENZA L’APPAGAMENTO E’ IL FALLIMENTO PIU’ TOTALE!

Il fallimento più totale! Perché… se tenti di fare qualcosa e fallisci, ma sei una persona ambiziosa, per te è come non aver fallito, perché penserai: “Ho imparato qualcosa, proverò in un altro modo, ce la farò comunque”.

Ma quando hai SUCCESSO e non ti senti felice…

Vediamo, un esempio perfetto a cui ho accennato al seminario, e tu c’eri, dato che è una cosa che mi ha colpito, accaduta ancora un anno e un mese fa, quando perdemmo colui che io considero un patrimonio nazionale – Robin Williams.

E in quel periodo chiedevo alla gente: “A chi di voi piace Robin Williams?” e tutti alzavano la mano, in qualunque parte del mondo io fossi. Ha fatto ridere molto persone, molti rimasero commossi, quindi, quanto possiamo dire sia stato bravo nella scienza del successo?

Voglio dire, voleva diventare un grande comico per far ridere il mondo intero – ci è riuscito. Voleva avere il proprio show televisivo – ci è riuscito. Voleva che fosse lo show numero UNO – ci è riuscito . Voleva realizzare dei film – ci è riuscito. Voleva persino riuscire a raggiungere il premio Oscar, non per essere divertente, ma in ambito drammatico… ci è riuscito.

Voleva avere una splendida famiglia. Ha realizzato ogni cosa, eppure si è impiccato.

E ricordo che qualcuno di recente ha detto: “Però sai, soffriva di demenza senile, faceva abuso di droghe… era stato un alcolista per gran parte della sua vita, perché ha reso chiunque felice tranne chi?”. Se stesso.

È il fallimento più totale. Dunque, non ho più alcun messaggio da riferire ai tuoi spettatori, perciò lascia che riferisca loro ciò in cui credo.

Io credo che le nostre vite vengano controllate da un’unica forza: la SCELTA.

Credo senza in una forza superiore a me stesso, chiamatela come volete, Dio, Grazia, come preferite, l’Universo. Ma credo anche che questa forza ci permetta di fare delle SCELTE.

E le decisioni che prendiamo ci controllano ben più delle condizioni che soddisfiamo.

Non si tratta di condizioni, ma di decisioni. Decisioni riguardo a cosa CREDERE, decisioni riguardo a cosa FARE, decisioni riguardo a cosa DARE.

Dico alle persone: “Pensate a… insomma, ripensate a 5, 10, 15 anni fà e pensate alle scelte che avete fatto in quel periodo. Ed al fatto che, se aveste preso una decisione diversa, oggi stareste vivendo una vita completamente diversa. Migliore o peggiore? Non posso dirlo, ma sicuramente diversa.”

La decisione PIU’ IMPORTANTE che potresti aver fatto, al di sopra di chiunque sulla faccia della terra, è scegliere che, qualunque cosa accada nella tua vita… non importa cosa, vivrai avendo un bellissimo stato d’animo.

La decisione di dire: “Non soffrirò, neanche se sorgerà la sofferenza” – il dolore è una cosa, la sofferenza un’altra. Soffrire è quando ad esempio… La sofferenza potrebbe riguardare la preoccupazione, la rabbia, la frustrazione, qualunque cosa che ti toglie dal tuo precedente stato d’animo, e ciò che non comprendono le persone è questo: PUOI METTERE FINE ALLA SOFFERENZA.

Smettendola di concentrarsi su se stessi ed iniziando a concentrarsi nel servire qualcosa di più grande di te. I tuoi figli, tua moglie, la tua missione, la tua vita, puoi riuscirci in un istante, perché la natura della mente umana è quella di paragonare costantemente ogni cosa.

Il tuo cervello è un congegno vecchio 2 milioni di anni e non progettato per renderti felice. È progettato per farti SOPRAVVIVERE. Ed è per questo che è sempre alla ricerca di qualcosa di sbagliato. Doveva pensare: “Una tigre dai denti a sciabola… devo difendermi”.

ADESSO un individuo si preoccupa di cosa gli altri pensano di sé stesso, o se hanno soldi a sufficienza, quando due terzi del pianeta sopravvive con 2$ al giorno e tu invece ne fai 38.000$… Sei RICCO!

I più poveri tra i poveri del nostro paese sono comunque considerati ricchi. Non sto affatto dicendo che debba restare così, ma puoi costruire solamente sul successo.

Il mio obiettivo è farti riflettere su una cosa…La vita è breve. Non possiamo essere certi di quanto breve sarà, ma se ti rimanesse solo una settimana di vita, scommetto che non ti permetteresti di soffrire per delle stronzate che normalmente di fanno diventare pazzo.

Credo invece che probabilmente trascorreresti il tuo tempo con coloro che ami, facendo ciò che ami, ti goderesti il tramonto, l’odore dell’aria, assorbiresti qualsiasi cosa possibile in quegli ultimi istanti di vita, perciò la mia idea è PERCHE’ ASPETTARE?

Perché aspettare? Perché non decidere subito che, se iniziassi a soffrire, conoscerei subito la soluzione, visto che la sofferenza proviene dalla mia ossessione per me stesso.

Potresti dire: “Non è colpa mia, sono preoccupato per i miei figli, perché non se la passano molto bene”. No, in questo momento ti stai preoccupando di non aver fatto abbastanza per i tuoi figli. Riguarda sempre te, capisci?

Vedi, ti preoccupi su ciò che è stato fatto o ciò che avresti dovuto aver fatto o meno, e tu puoi mettere FINE a ciò in un attimo, diventandone consapevole e dicendo a te stesso di aver fatto la decisione più importante di tutte, continuerò a vivere nel mio bellissimo stato d’animo.

Perché ecco come andranno le cose: Nessuno che guarda, potresti perdere un familiare. Probabilmente andrà così. Qualcuno potrebbe ammalarsi di cancro. Il tuo business… il governo potrebbe modificare le norme, potrebbero cambiare le cose radicalmente e tu non potrai fare nulla. Tu… potresti andare in bancarotta. Potrebbe capitarti di dover divorziare. Non sto dicendo che succederà per forza, però nessuno può dire cosa potrebbe succederti nella vita.

La vita è piena di incertezze. Ma ciò che PUOI sapere è che: puoi decidere che, qualsiasi cosa accada, andrà tutto bene.

Se qualcuno come Viktor Frankl può essere stato rinchiuso ad Auschwitz ed esserne uscito vivo, trovando GIOIA persino durante il soggiorno ad Auschwitz, allora tutti gli esseri umani hanno la capacità nella quale si sono svenduti.

Crediamo che il mondo esterno determini come ci sentiamo. Se le persone devono comportarsi in una certa maniera, se tuo marito, tua moglie, i tuoi bambini oppure i tuoi colleghi, o chiunque… il tuo capo, deve comportarsi in un certo modo per far sì che tu sia felice, e se non lo fanno invece sei infelice, allora resterai per sempre infelice.

Perché più ti circondi di persone, più esse cambieranno, perché sono umane.

Il mio invito è che, per quanto sia importante un traguardo, è in ogni caso più importante il PIACERE. E se non riesci ad apprezzare ogni momento attraverso quello stato d’animo in cui ti senti amorevole e allegro e entusiasta e curioso, tratterai gli altri cento volte meglio di quando invece ti senti frustrato, seccato, oppresso, preoccupato, stressato o ancora dispiaciuto per te stesso.

Diventerai un genitore migliore, diventerai un amante migliore, diventerai un miglior lavoratore… avrai una VITA migliore.

Perciò, il mio soliloquio è: DECIDI.

Decidi oggi e dì davvero: “E se staccassi tutto? E se non fossi disposto ad accontentarmi? Voglio continuare a vivere nel mio bel stato d’animo”.

Ciò non implica che non starai male. Non significa che rimarrai fermo. Cambierai immediatamente.

Ma cosa diavolo è il successo? È adempiere ad un’aspettativa.

Dico sempre alle persone: “Scambia le tue aspettative per apprezzamenti.” E tutto d’un tratto è come un nuovo mondo. Se non sei in grado di apprezzare quest’istante, se non riesci a percepire l’estasi del momento, in una conversazione con un amico o guardando negli occhi tua moglie, stando con i tuoi figli, andando a fare una corsa…

Se non riesci a godere di ciò, sono qui a dirti che avere più soldi, più persone, più amore, più affari, più di qualsiasi cosa non ti darà di più… Se non riesci a farcela in questo preciso momento, non ce la farei nemmeno quando avrai di più.

Quindi perché non farlo ora? E vivere fin da subito una ricca vita. Dico sempre che il denaro è un conto, ad esempio avere abbondanza economica, ci sono abilità per ottenere ciò, è una scienza.

Ma il benessere… è una decisione. Tu puoi essere ricco fin da subito.

Vivo una buona parte della mia vita sulle isole Fiji, e lì ci sono questi paesani che sono le persone più ricche del mondo: sono felici, ridono, amano… Non gliene frega un accidente dell’aspetto economico. Alcuni dicono che sono poveri, quando arrivai lì per la prima volta ho cercato di aiutarli.

E loro dicevano solo: “Di cosa stai parlando?”. Erano semplicemente felici.

Le persone benestanti che provengono dagli Stati Uniti viaggiano per cercare di capire cosa fare e trascorrono 9 anni a fare questo, questo e quest’altro per poi finalmente potersi sedere ed essere felici, mentre un figiano direbbe “Perché non ti siedi sulla spiaggia e provi subito tutto ciò? Perché aspettare 9 anni? Perché non adesso?” Questo è il mio invito.

COS’HAI IMPARATO?

INTERVISTA GRAZIE A TOM BILYEU & IMPACT THEORY

RELATORE: JOE DISPENZA

What do you think?

Written by PinkCashflow

Nel blog troverai ottimo contenuto selezionato e tradotto in italiano. E' una risorsa totalmente gratuita per chi ci segue e vuole apprendere importanti tematiche come l'indipendenza finanziaria, la crescita personale e la psicologia dietro ad essa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 + two =